Bonus Casa

Legge di Bilancio: bonus casa e agevolazioni per la Green Economy

Bonus Casa - Agevolazioni

I cambiamenti climatici sono la diretta conseguenza del riscaldamento globale e rappresentano un problema per il pianeta che richiede il più alto grado di cooperazione da parte di tutti: dai cittadini ai governi, passando per gruppi scientifici, scienziati, movimenti politici, associazioni ambientalistiche, centri culturali.

 

CHE SUCCEDE SE NON FACCIAMO NIENTE?

Una buona notizia: possiamo ancora fare qualcosa contro il riscaldamento globale. Se agiamo insieme – governi, industria e gente di tutto il mondo – sarà possibile cambiare rotta e assicurare il futuro alle nuove generazioni. 

La transizione energetica dall’utilizzo dei combustibili fossili alle forme di energia rinnovabile – energia solare, eolica, idroelettrica, geotermica e biomasse – è già avviata.

I Governi di tutti i paesi si impegnano con le loro politiche ad incentivare comportamenti virtuosi per raggiungere questi obiettivi.

Anche il governo italiano di anno in anno stila un elenco in finanziaria di incentivi e bonus casa per indurre azioni virtuose connesse all’economia circolare. Più in generale ecco le misure più diffuse.

  • Bonus arredi per l’acquisto di grandi elettrodomestici e mobili I nuovi elettrodomestici sono stati progettati per consumare meno energia o meno acqua. Gli incentivi statali puntano ad accelerare la sostituzione delle apparecchiature più inquinanti con nuovi elettrodomestici più efficienti
  • Bonus per le ristrutturazioni edilizie: è possibile detrarre dall’Irpef (l’imposta sul reddito delle persone fisiche) una parte degli oneri sostenuti per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni degli edifici residenziali situati nel territorio dello Stato. L’agevolazione può essere richiesta per le spese sostenute nell’anno, secondo il criterio di cassa, e va suddivisa fra tutti i soggetti che hanno sostenuto la spesa e che hanno diritto alla detrazione.
  • Bonus riqualificazione energetica: La riqualificazione energetica è un buon investimento e consente di iniziare da subito a recuperare la spesa. Esistono sul mercato diverse soluzioni per un finanziamento che – coordinate con la detrazione e il risparmio sulla bolletta energetica – di fatto riducono la spesa effettiva annua a poco più del 10% o la azzerano.
  • Ecobonus condomini sia per interventi sull’involucro dell’edificio sia per il miglioramento della prestazione energetica. Si tratta di agevolazioni per il risparmio energetico, sia per le singole unità immobiliari sia per le parti comuni degli edifici condominiali, e come trasferire il credito di incapienti e condomini.
  • Bonus verde: per la cura del verde privato quali terrazzi e giardini (anche condominiali). Si tratta di una misura contro l’inquinamento e opportunità per nostro florovivaismo”, dal momento che il bonus consiste in una detrazione per chi sostiene spese per la sistemazione del verde di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private di qualsiasi genere, per cui terrazzi, giardini, balconi, anche condominiali, anche se attraverso impianti di irrigazione e lavori di recupero del verde di giardini di interesse storico.
  • Sisma bonus: incentivi fiscali per ridurre il rischio sismico della propria abitazione. Il rischio sismico è la misura matematica/ingegneristica per valutare il danno (perdita) atteso a seguito di un possibile evento sismico. Dipende da un’interazione di fattori messi in relazione: pericolosità (zone sismiche) vulnerabilità (capacità degli edifici) esposizione (contesti).

Scopri le novità del bonus casa 2020.

Condividi su